Filosofia d’azienda

Antonangeli Illuminazione nasce nel 1977, indirizzando la sua attenzione al design e alla creazione di corpi illuminanti di forte personalità, con la volontà di esprimere un concetto di luce che sia ‘funzione’ ed ‘emozione’ contemporaneamente. Nel 2007 Antonangeli entra nel mondo dell’illuminazione esterna con una visione inedita: creare una luce che all’esterno producesse le emozioni e la vivibilità che crea la luce in interno. Indagando il mercato e seguendo i suggerimenti di una nota paesaggista, Antonangeli dà avvio ad una serie di collezioni ‘Outdoor’, che ha come motto: “…bisogna rispettare il buio”. La costante coerenza progettuale scaturisce dalla ricerca di soluzioni che non si limitano al semplice progetto formale, all’applicazione delle tecnologie, ma si cimenta con le materie e con i processi di lavorazione . Questo fa di Antonangeli un unicum senza paragoni. Ogni collezione nasce da uno studio approfondito: su materiali nuovi o tradizionali trattati in modo esclusivo, su soluzioni produttive antiche o mai sperimentate. Il risultato sono forme di luce sorprendenti.  
  • Akamine Hidetoshi
  • Aldo Cibic
  • Angelo Mazzatorta
  • Arturo Silva
  • Baroni
  • Bruna Rapisarda
  • Bruno U. Gecchelin
  • Carlo Bartoli
  • Claudio Bitetti
  • Davide Cavalli
  • Denis Santachiara
  • Diego Bassetti
  • Emanuela Morra
  • Eric Gottein
  • Ferdi Giardini
  • Franca Cassinera
  • Giordana Arcesilai
  • Jan Van Lierde
  • Lorenzo Gecchelin
  • Luciano Balestrini
  • Mario Barbaglia
  • Martino Berghinz
  • Masayo Ave
  • Oberon
  • Opera Work in Progress
  • Paola Longhi
  • Paola Navone
  • Paolo Nava
  • Paolo Orlandini
  • Patrini
  • R&S Antonangeli
  • Roberto Lucci
  • Roberto Pamio
  • Romeo Guaricci
  • Sergio Brioschi
  • Silvia Sogni
  • Silvia Suardi/Sezgin Aksu
  • Theo Sogni